Un cuscino per sfogliare un libro e ascoltare una playlist: Emanuele racconta

Emanuele è un ragazzo che frequenta il centro diurno per disabili “Parco del Lungoreno”: aveva espresso il desiderio di sfogliare un libro o ascoltare una playlist in autonomia.
Per rispondere a questo desiderio è venuta l’idea di usare click4all e un piccolo cuscino cui è stato applicato un pezzo di tessuto conduttivo: in questo modo il cuscino può inviare impulsi a click4all, che li trasmette come comandi al computer. Analogamente è stato associato un altro comando a un interruttore standard. Ora Emanuele può usare i movimenti della testa e di una mano per ascoltare playlist di musica e sfogliare libri digitali, come desiderava.

Ma la portata di questa esperienza va oltre la soddisfazione di Emanuele: la soluzione infatti è stata progettata insieme agli operatori del centro (gestito dalla cooperativa CADIAI), che hanno costruito un percorso articolato, riuscendo a coinvolgere tutti gli utenti del centro nella realizzazione di un libro digitale che Emanuele ha potuto poi sfogliare attraverso il cuscino e click4all.
Emanuele diventa così protagonista e testimone di una sperimentazione che ha messo alla prova la creatività e le competenze di tutte le persone coinvolte, nell’immaginare non solo come utilizzare il click4all per accedere al computer, ma anche che tipo di attività svolgere. Un’esperienza che vede click4all come strumento di autonomia, ma anche di relazione.

Ecco cosa dice Emanuele:

Condividi / Share

Lascia un commento